img-01Fino a non molto tempo fa, la perdita dei denti comportava per il paziente l'inconveniente di dover portare una protesi rimovibile parziale o totale.
Tali dentiere, oltre a rappresentare un problema per la vita di relazione, risultavano spesso svantaggiose dal punto di vista funzionale ed estetico.
Attualmente, gli impianti dentali ci permettono di sostituire i denti mancanti con protesi fisse, anche nello stesso giorno dell'estrazione. Con impianti osteointegrati inseriti correttamente da mani esperte si ottengono risultati positivi a lungo termine nel 95% dei casi. Gli impianti più usati sono in titanio e vengono inseriti nell'osso della mandibola o della mascella al posto delle radici dei denti mancanti. Il tessuto osseo si lega intimamente all'impianto, mediante un processo detto osteointegrazione, che può richiedere qualche mese. Il momento in cui l'impianto potrà essere utilizzato e cioè corredato di una corona che sopporti il carico masticatorio, è deciso di volta in volta in base al piano di trattamento effettuato.